fbpx

Ecco l’unico metodo conosciuto che in appena mezza giornata ti consentirà di abbassare notevolmente il rischio di incendio per inefficienze dell’impianto elettrico

La maggior parte degli incendi sono causati da inefficienze dell’impianto elettrico.

È veramente difficile che si verifichi qualche spiacevole episodio se viene fatta la dovuta manutenzione.

Una delle componenti più importanti sono i cavi.

Soprattutto se hai un immobile un po’ datato, si possono verificare 2 situazioni pericolose:

  1. I cavi possono essere usurati; questo facilita i corto circuiti;
  2. I cavi hanno una sezione troppo piccola; questo significa che non sono in grado di sopportare carichi di corrente elevati e si bruciano.

Quali sono le “cause elettriche” che innescano incendi;  com’è la situazione ad oggi? Il pericolo è reale?

La causa più frequente di innesco di incendio risulta essere “Cause elettriche” con una media annuale di 208,7 vittime, pari al 18,3%. 

Indovina cosa si intende quasi sempre per cause elettriche?

Causa più di 208 morti l’anno. Il corto circuito. 

Si tratta in sostanza di quando il filo neutro e il filo fase si toccano facendo passare una grande quantità di corrente all’interno dell’impianto creando bruciature, scintille e quindi incendi.

Rispetto ad un incendio generato all’esterno, un incendio generato per corto circuito non è subito visibile: è più facile che te ne accorgi perchè senti puzza di bruciato.

Il problema è che a quel punto sono passati già una decina di minuti e potrebbe essere già troppo tardi.

Insomma è fondamentale prevenire tutto questo.

È dal 1711 che ce lo stanno dicendo.

Ciao, sono Vittorio Fontana di Fontana & Ruffin Srl e faccio manutenzione impianti elettrici a Vicenza dal 1974.

Ti assicuro che di situazioni potenzialmente disastrose ne ho viste davvero tante e solo un miracolo ha evitato il peggio.

Immagino tu conosca il detto “Prevenire è di gran lunga meglio che curare”, giusto? 

Forse quello che non sai è che è contenuto nella tredicesima orazione di Bernardino Ramazzini, medico, scienziato, accademico e scrittore del 1700.

“Nonostante l’intensa attività professionale di medico e di docente, Ramazzini si dedica all’osservazione delle condizioni di lavoro e dialoga con i lavoratori più umili per chiarire le cause dei loro disturbi. Attraverso l’esame del singolo individuo e l’indagine nella popolazione lavorativa, egli fornisce suggerimenti per prevenire i danni del lavoro in oltre 50 tipi di occupazione” (fonte Wikipedia).

Evidentemente non abbiamo ancora imparato granché dato il gran numero di incendi provocati dalla mancata manutenzione degli impianti elettrici, soprattutto quelli datati.

Se hai necessità di mettere a norma il tuo impianto ed avere benefici quali:

  • Ridurre il rischio di cortocircuiti e incendi e di conseguenza avere la tranquillità in casa e a lavoro;
  • Ridurre il rischio di furti (più frequenti al buio) ed evitare la perdita di soldi o attrezzature costose;
  • Ripristino e realizzazione reti informatiche di ultima generazione;
  • Evitare di rimanere a lungo senza climatizzazione ed evitare disagi ai tuoi familiari o ai tuoi dipendenti

Richiedi un sopralluogo per Impianto Sicuro =>> CLICCA QUI

Come rimediare ad una delle cause più frequenti di incendio.

Le cause più frequenti di incendio sono:

  • Mancata sostituzione del salvavita; nel caso ci sia una dispersione di corrente il salvavita deve attivarsi e staccare la corrente;
  • Scintille all’interno della scatole dove si congiungono i cavi (scatola di derivazione); 

Non ci deve essere spazio tra i cavi e i morsetti, altrimenti si creano delle scintille;

  • Cavi troppo vecchi; oltre alla probabilità che siano usurati, spesso non hanno caratteristiche antincendio;
  • Manca la messa a terra.

È bene approfondire il discorso relativo ai cavi.

Ad esempio nelle case anni 70 è probabile che gli impianti non siano a norma perchè all’epoca non venivano usati tanti elettrodomestici quanto oggi.

I cavi avevano una sezione ridotta perchè dovevano sopportare un carico di corrente molto minore. 

O semplicemente si può essere usurato tutto ciò che fa da isolante come le guaine in gomma o in PVC.

È fondamentale chiamare qualcuno che verifichi lo stato generale dell’impianto elettrico e dei cavi in particolare, soprattutto se hai un immobile un po’ datato. 

In ogni caso è opportuno fare un controllo generale almeno una volta l’anno.

Alla tua sicurezza,
Vittorio Fontana di Fontana & Ruffin Srl,
Impianti elettrici dal 1974.

Lascia un commento